Pochi pensieri (e poco ironici) sull’ironia

Quando Kierkegaard presentò alla commissione d’esame una dissertazione sull’ironia non venne preso sul serio.

Quel che appare come una freddura fu in realtà un piccolo dramma per il filosofo scandinavo, cui tutto sommato l’indecisione del relatore non costò poi molto in termini di notorietà. Eppure l’ironia era una cosa molto seria, asseriva; Socrate era stato condannato a causa della sua lingua impertinente.

Secondo Kierkegaard l’ironia è infinita assoluta negatività: infinita perché diretta contro ogni cosa, assoluta perché sciolta da ogni vincolo o limite, negativa perché essa non fa altro che negare la verità o l’importanza di quel che considera. L’ironico, come Socrate, si pone su un piano di superiorità e dissimulando la propria ignoranza (dal Greco εἰρωνεία, “dissimulazione”) destabilizza le certezze costituite.

Difatti è prassi dell’ironico, quasi per definizione, negare ciò che afferma, in un certo senso profanandone il senso; sarà per questo che l’ironia e la religione spesso non sono andati d’accordo, salvo che nella tradizione Zen, ove la negazione iterativa e universale è un mezzo per spingere l’adepto a trascendere la razionalità ordinaria per accedere a un’altra dimensione cognitiva.

Pare ovvio dunque che l’ironia per verificarsi abbia in primo luogo bisogno di una certezza da negare; ove non v’è asserzione e non v’è certezza, l’ironia si trasforma in un cinismo feroce e disperato, alla guisa del romanzo post-moderno (De Lillo, Foster Wallace, Littell) in cui la caduta dei valori e l’irriducibile pluralità eterogenea dei punti di vista non lascia spazio ad alcuna certezza, ma soltanto all’ironica constatazione dell’assenza di esse.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...