Stasera su Rai 4, 00:50 – Suspiria, di Dario Argento, horror, 1977

suspiria11

TRAMA

La giovane ballerina Susy (Jessica Harper) si reca a Friburgo per frequentare una prestigiosa accademia di danza. Eventi misteriosi e inquietanti la costringono a indagare.

CRITICA (attenzione: può contenere spoiler)

“Suspiria” è un film stilisticamente estremo che riunisce ed esaspera i pregi e i difetti della produzione di Argento: carente di sceneggiatura e dunque afflitto da dialoghi stitici e un’irritante miseria narrativa, si riscatta con l’uso temerario della fotografia, artigianalmente spinta verso una fusione fra cartoon ed espressionismo. L’esperimento questa volta è riuscito: lo stile pacchiano ed ammiccante è una piccola rivoluzione estetica che non toglie alla storia la capacità di avvincere, intrigare, inorridire e spaventare, anzi dona al film un sapore allo stesso tempo gotico, verace e fiabesco. Ottima la martellante colonna sonora dei Goblin.

Ricco di succose scene splatter e fantasie che oscillano fra l’erotico e l’orrido, permeato da una volontà di stupire e terrorizzare tanto pervicace da risultare sfrenatamente divertente in certi punti (ad esempio il cane-guida che uccide il cieco), si qualifica probabilmente come il miglior horror di Argento (la trilogia degli animali è più sul thriller, “Profondo rosso” non incontra il nostro gusto) e (udite, udite) come il miglior horror italiano di sempre.

8/10

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...